Honeybird & the birdies: Il ritorno

Sabato, 26 Maggio 2012 10:00

 


honey


Honeybird & the birdies ritornano in casa Wave, dopo un rocambolesco percorso, fatto di allegria, spensieratezza e genio.





HONEYBIRD & THE BIRDIES

YOU SHOULD COPRODUCE (THE BIRDIES)

l’acquazzone rigenerante per le praterie musicali dello stivale italico

 

Un nome suggestivo, che evoca dolci scenari esotici, per una band che continua a far parlare di sé. Si chiamano “honeybird & the birdies” e sono un solido ed eclettico trio che affonda le sue radici nell'indipendente ventre di Roma, che non si perde in sterili convenevoli e preferisce coinvolgere il pubblico con la sua contagiosa coralità.

Lanciando sul web l'innovativa esperienza di “You Should Coproduce (the birdies)” - campagna di crowdfunding che si appoggia alla ben conosciuta piattaforma americana Kickstarter.com - la band si è fatta portavoce di un nuovo modo di pensare al processo di produzione di un album, che nasce dal basso e favorisce la partecipazione di un grande numero di persone.

 

honey1

La campagna ha preso il via lo scorso 24 Marzo. Gli “honeybird & the birdies”, dopo aver accompagnato la propria musica su e giù per la penisola e con in tasca 16 nuove canzoni (composte in ben sei lingue diverse) pronte da registrare, hanno abbracciato l’idea di poter realizzare il loro secondo progetto discografico, senza puntare su un’unica figura di riferimento disposta a coprire tutte le spese di produzione dell’album, ma decidendo di percorrere la strada dell’autofinanziamento. Stimolando il passaparola tra fan, amici, curiosi e creando interesse intorno alle proprie informazioni gli “honeybird & the birdies” riescono così nel loro intento di avvicinare sempre più persone alla propria musica.

L’album è stato registrato i primi giorni di Aprile all’Obst und Gemüse di Cerro Veronese (VR), magico studio situato in un posto idillico del nord Italia. Presente in sede di registrazione era anche Enrico Gabrielli, personalità d’eccellenza legata ai progetti di Mariposa, Calibro 35 e Mondo Cane di Mike Patton. A Giugno la band si impegnerà invece nel missaggio dell’album, che vedrà protagonista nientemeno che Tommaso Colliva, già dietro al mixer per il nuovo album dei Muse e Calibro 35.

E' un lungo viaggio quello degli “honeybird & the birdies”, che non si è ancora concluso e assume oggi grande valore per chi vede nelle pratiche di co-partecipazione un futuro tutto da scrivere. Questa esperienza si è senza dubbio rivelata una “new real thing”, un acquazzone rigenerante per le secche praterie musicali dello stivale italico.

Secondo la band infatti - “La musica unisce la gente, la musica può guarire, la musica è cultura. Viviamo in un paese dove spesso la cultura non è abbastanza apprezzata. Speriamo di andare oltre questi confini.

“You Should Coproduce (the birdies)” ha chiuso ufficialmente i battenti il 24 Maggio. A progetto concluso a ciascun donatore verrà corrisposto un premio, individuato sulla base dell’entità del contributo. Premi semplici quanto una copia dell’album, o più complessi, come la possibilità di ascoltare la propria canzone preferita, dal vivo, durante il tour. Per scoprire quali sono i regali che la band mette in palio visitare la pagina del progetto:

http://www.kickstarter.com/projects/honeybird/you-should-coproduce-the-birdies

Curiosa è anche l’iniziativa virale innescata dal trio attraverso i propri profili sociali, che ha coinvolto, in una serie di originali scatti fotografici, un folto e agguerrito gruppo di musicisti, tra cui spiccano i nomi di: Lisa Hanningan, Anais Mitchell, Akron\Family, Vadoinmessico, Dimartino,Hoquets, Lapingra, Mariposa, Lincompreso, EildentroEilfuoriEilbox84C, +C=Maxigross, e tantissimi altri…